Custom Menu

Latest From Our Blog

Dècollages - Galleria Melesi
La Galleria Melesi chiude la stagione espositiva con una mostra personale dedicata ai décollages e retro d’affiches di Mimmo Rotella (Catanzaro, 1918). Le opere sono composte da manifesti lacerati, poi incollati e reinventati.
Mimmo Rotella, Dècollages, collage, retro d’affiches, Galleria Melesi, carta, fogli, colori, vintage, foto, nouveau réalisme
20741
post-template-default,single,single-post,postid-20741,single-format-standard,unselectable,ajax_fade,page_not_loaded,boxed,vertical_menu_enabled,,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive
Cover di Décollages di Mimmo Rotella

Dècollages

MIMMO ROTELLA

Décollages

Durata: 24 Maggio – 29 luglio 2005

Il catalogo esclusivamente fotografico riporta le opere esposte e la loro bibliografia.

Fumé di Mimmo Rotella
Fumé, 1954 - cm 46x40 - Rotella, Décollages 1954-1964 Electa (49)
A galla di Mimmo Rotella
A galla, 1957 - cm 56x42 -Rotella, Décollages 1954-1964 Electa (212)

La Galleria Melesi chiude la stagione espositiva con una mostra personale dedicata ai décollages e retro d’affiches di Mimmo Rotella (Catanzaro, 1918).
Si tratta di una decina di opere composte di manifesti lacerati, poi incollati e reinventati e segnano una delle stagioni più significative dell’artista (1954-1964) che lo hanno portato a aderire al gruppo “nouveau réalisme” di Parigi.

Giornata di mare di Mimmo Rotella
Giornata di mare, 1963 - cm 144x80 - Rotella, Décollages 1954-1964 Electa (419)

L’oggetto manifesto viene, nei décollages fisicamente riutilizzato, riassemblato, per produrre un’opera con una differente funzione. Rimane affascinante perché poliedrico il rapporto con la materia che l’ha generato: dopo averlo lacerato l’artista lo ricompone in una visione simile (Giornata di mare, 1963), anche se decontestualizzata, oppure assume altri significati meno immediati, oppure approfondisce la stessa materia della sua costituzione (Appare un O, 1956 – Forme interrotte, 1956).

Appare un O di Mimmo Rotella
Appare un O, 1956 - cm 72x61 - Rotella, Décollages 1954-1964 Electa (141)
Forme interrotte di Mimmo Rotella
Forme interrotte, 1956 - cm 33x52,5 - Rotella, Décollages 1954-1964 Electa (174)

E’ questo passaggio tra oggetto-reale e suo approfondimento astratto informale, dove la reminescenza della materia è assoluta, che attrae in questa mostra di portata culturalmente storica.

Senza titolo di Mimmo Rotella
Senza titolo, 1961 - cm 42x57 - dedica a persona in data 1962 (al Prof. Argan con stima)

Rotella, storico della strada e della vita quotidiana, è il testimone superlucido di una civiltà complessa di cui recupera gli scarti più segreti così come gli ultimi pezzi di bravura. Nei loro stridori di colore come nelle inquietanti spiagge dai toni morti, i décollages di Rotella costituiscono l’edizione italiana di un’opera collettiva, ai miei occhi “il solo vero giornale del mondo”. Questa “lettura del mondo” alla quale l’artista romano ci conduce è sconvolgente.
(Pierre Restany – presentazione della mostra alla galleria La Salita, Roma, 1961).

Collage di Mimmo Rotella
Collage, 1960 - cm 83x48 - Rotella, Décollages 1954-1964 Electa (318)
Stralcio colore di Mimmo Rotella
Stralcio colore, 1956 - cm 48x79 - Rotella, Décollages 1954-1964 Electa (136)
Una tantum di Mimmo Rotella
Una tantum, 1958 - cm 92x90 - Tommaso Trini, Mimmo Rotella, Prearo Editore, Milano 1975 Rotella, Décollages 1954-1964 Electa (229)


error: Contenuto protetto!