Custom Menu

Latest From Our Blog

Persone che abitano la stessa casa - Galleria Melesi
Angelica Consoli Persone che abitano la stessa casa
Angelica Consoli,
22627
post-template-default,single,single-post,postid-22627,single-format-standard,unselectable,ajax_fade,page_not_loaded,boxed,vertical_menu_enabled,,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.2.1,vc_responsive

Persone che abitano la stessa casa

ANGELICA CONSOLI

Persone che abitano la stessa casa

a cura di Matteo Galbiati

Inaugurazione: sabato 3 dicembre 2016, ore 18.30
Durata: 3 dicembre 2016 – 21 gennaio 2017
Orario: da martedì a sabato 16 – 19, altri orari su appuntamento

consoli-angelica_persone-stessa-casa_1

La Galleria Melesi di Lecco è lieta di presentare, in collaborazione con l’Associazione Arteam e Vanillaedizioni, la mostra intitolata Persone che abitano la stessa casa, personale d’esordio in galleria della giovane artista Angelica Consoli (1991).
Questa esposizione nasce dalla partnership tra la galleria e l’associazione albissolese nell’ambito dell’Arteam Cup 2015, premio per il quale Sabina Melesi ha scelto di assegnare all’artista bergamasca il Premio Speciale Galleria Melesi, consistente proprio in una mostra personale presso gli spazi lecchesi della galleria.
Curata da Matteo Galbiati, la mostra offre al pubblico una selezione puntuale degli ultimi esiti – in molti casi sono inediti – della ricerca di Consoli che, nonostante la formazione accademica da poco conclusa, dimostra già una consapevolezza precisa e forte della propria poetica, una raffinata e individuale scelta estetica e un definito linguaggio espressivo.
Esposte sono sei serie di opere – PGR (acronimo di Per Grazia Ricevuta), Incomprehensibilis, Elements, Flame, Untitled e Persone che abitano la stessa casa – che nella delicatezza opalescente della cera costruisce il ritmo per diliscate iconografie visive. Tra pittura, scultura e installazione, i suoi interventi vivono nello spazio e nell’ambiente inserendo solidificazioni trasformative di oggetti comuni – libri, fotografie, santini, medagliette votive, bottoni stoffe, pigmenti, … – che congelati (o disvelati) nella tattilità peculiare della cera si elevano a nuove icone.
Sottili giochi materici, che esplorano la duttilità morbida e accomodante della cera, trasferiscono altri significati e altre sensibilità a immagini scontate e apparentemente, banali, e da qui si accede ad un accogliente e superiore livello di consapevolezza dello sguardo. Il velo di cera, che fissa, immobilizza, blocca, oppure conserva e lascia affiorare latenze nascoste, induce il pensiero a muoversi sull’onda di memorie lontane, tocca il senso di ricordi che affiorano e aprono al sentire nuovi orizzonti di visioni.
La mostra è l’occasione per poter recepire la testimonianza di una talentuosa e promettente artista emergente che ci porta la testimonianza intensa del lavoro di una nuova generazione di artisti.
Per l’occasione viene pubblicato un catalogo Vanillaedizioni nei formati cartaceo e digitale.
www.vanillaedizioni.com

Angelica Consoli è la vincitrice del Premio Speciale Galleria Melesi assegnato in occasione di Arteam Cup 2015.
www.arteam.eu

Informazioni e richiesta di ulteriore materiale stampa:
GALLERIA MELESI T +39 0341 360348 M +39 348 4538002 info@galleriamelesi.com



error: Contenuto protetto!